800 798 703

Volete contattarci su WhatsApp? Aggiungeteci ai vostri contatti! Il nostro numero è:

Volete contattarci su Viber? Aggiungeteci ai vostri contatti! Il nostro numero è:

 
Home » Parodontologia in Croazia » Parodontologia - domande e risposte

Parodontologia - domande e risposte


Preventivo personalizzato in 24 ore




Chatta via Viber o WhatsApp:

Volete contattarci su Viber? Aggiungeteci ai vostri contatti! Il nostro numero è:

Volete contattarci su WhatsApp? Aggiungeteci ai vostri contatti! Il nostro numero è:

Quel ramo della stomatologia che studia e cura l'apparato di supporto del dente si chiama parodontologia (o periodontologia).

La paradentosi è un'infezione cronica delle gengive e dell'apparato di supporto del dente. Si tratta di una malattia molto seria che causa la gran parte della perdita dei denti nei soggetti adulti.

La paradentosi è causata dai batteri che si sviluppano nella cavità orale per colpa di una cattiva igiene orale o di cattive abitudini alimentari, ma spesso può essere anche ereditaria. Sui denti, col tempo, si depositano il tartaro e la placca. Questi accumuli sono terreno fertile per i batteri che causano l'infiammazione delle gengive e dell'apparato di supporto dei denti.

La gengivite è lo stadio iniziale della paradentosi. Le gengive sono gonfie ed arrossate? Ecco il primo segnale che qualcosa non va. Le gengive si ritraggono pian piano, lasciando vuoto lo spazio tra i denti e le gengive. È proprio qui che si formano le cosiddette sacche gengivali e i loro accumuli purulenti. Le gengive in questo stato sono solitamente doloranti e sanguinano quando le laviamo con lo spazzolino.

La paradentosi progressiva attaccherà, oltre alle gengive, anche ogni altra parte dell'apparato di supporto dei denti, ossia l'osso mandibolare o mascellare ed il legamento periodontale ai quali dobbiamo la stabilità dei nostri denti. In questo stadio il dente sarà instabile, per cadere definitivamente quando la malattia raggiungerà lo stadio più grave.

È molto difficile accorgersi da soli della presenza dei sintomi della paradentosi. Essi sono numerosi e, di norma, molto lievi: ecco perché è difficile affermare con certezza, con una sorta di autodiagnosi, di essere affetti da paradentosi. I sintomi principali sono: gengive doloranti, gonfie ed arrossate, gengive sanguinanti, denti instabili, alitosi e cattivo sapore in bocca.

Mediante la igiene orale quotidiana, che comprende l'uso dello spazzolino e del dentifricio almeno 2 volte al giorno, l'uso del filo interdentale e l'uso del collutorio, nonché la pulizia dei denti (rimozione di tartaro e placca) almeno 2 volte all'anno.

Purtroppo, e nonostante un'igiene orale irreprensibile, il manifestarsi della paradentosi a volte è inevitabile. Le categorie a rischio sono particolarmente esposte a contrarre la malattia, a prescindere dalle loro abitudini igieniche, ma la paradentosi si può contrarre anche per predisposizione genetica.

Tra le categorie a rischio, segnaliamo innanzi tutto i diabetici, nei quali il rischio di ammalarsi di paradentosi è 7 volte maggiore che nelle persone sane. Ricordiamo anche i fumatori e i soggetti col colesterolo ed i trigliceridi alti. Chi è compreso in queste categorie a maggior ragione deve recarsi periodicamente dal proprio dentista per un controllo.

Sì, la paradentosi può essere ereditaria. Se in famiglia era presente, dovrete recarvi periodicamente dal dentista per un controllo al fine di accertare in tempo l'insorgere della malattia. I migliori risultati nella cura della paradentosi si hanno quando la malattia viene diagnosticata nel suo stadio iniziale.

L'apparato di supporto dei denti comprende le gengive, l'osso mandibolare o mascellare ed il legamento periodontale che lega il dente all'osso. Senza quest'apparato il dente non si reggerebbe e cadrebbe. Se l'apparato di supporto perdesse la sua funzione, tutti i denti cadrebbero.

La sacca gengivale è un accumulo di pus che si forma tra i denti e le gengive a causa della ritrazione delle gengive dovuta ad un processo infiammatorio (gengivite).

Sì, la paradentosi è curabile, ma ciò dipende dallo stadio di avanzamento della malattia. Se è all'inizio, le prospettive di guarigione sono buone. Se, invece, lo stadio è avanzato, le prospettive di guarigione si riducono sensibilmente.

La terapia può essere molto lunga, e dipende dallo stadio di sviluppo della malattia e dalle condizioni di salute generali del paziente. I pazienti appartenenti alle categorie a rischio, i pazienti le cui condizioni di salute generali non sono ottimali ed i pazienti il cui sistema immunitario è debole sono destinati a cure più lunghe.

Se le Sue gengive sanguinano ogni volta che lava i denti con lo spazzolino, è probabile che questo sia un sintomo della paradentosi. In tal caso deve recarsi prima possibile dal dentista affinché questi, accertato il caso, individui in tempo la terapia da seguire.

Trasporto organizzato

Trasporto organizzato

Verificate gli orari di partenza degli autobus dalla vostra città. Partenze previste da più di 20 città italiane.

Alloggio gratuito

Alloggio gratuito

Alcuni dei nostri lussuosi appartamenti a vostra disposizione.

Parodontologia

Parodontologia

Pagina precedente

Chiamateci
 
oppure
800 798 703