800 798 703

Volete contattarci su WhatsApp? Aggiungeteci ai vostri contatti! Il nostro numero è:

Home » Endodonzia » Endodonzia - domande e risposte

Endodonzia - domande e risposte

L'endodonzia è un ramo speciale dell'odontoiatria che si occupa della cura della polpa dentale e degli altri tessuti molli presenti all'interno del dente.

L'endodontista è un dentista specializzato nella cura del canale radicolare e dei tessuti molli che si trovano all'interno del dente. La maggior parte dei dentisti possiede conoscenze di base in tema di endodonzia; tuttavia, per i casi più complessi, occorre rivolgersi ad un dentista specializzato in endodonzia.

Quando parliamo di cura del canale radicolare pensiamo prevalentemente alla eliminazione di ogni processo infiammatorio ed alla rimozione della polpa cancrenosa. La cura del canale radicolare sottintende anche la cura dell'intero dente.

La polpa dentale è un intrico di tessuti molli che si trova all'interno del canale radicolare. La polpa dentale comprende il nervo dentale, i capillari e tutti i tessuti connettivi molli all'interno del canale.

Se la polpa dentale s'ammala a seguito dell'infiltrazione di batteri nel canale radicolare, ne seguirà un processo infiammatorio che coinvolgerà la polpa stessa. Se l'infiammazione non viene domata, la polpa dentale andrà definitivamente persa.

Se la polpa dentale cancrenosa non viene rimossa, l'infezione di propagherà anche alle ossa adiacenti, e la perdita del dente sarà inevitabile.

Per estrarre la polpa cancrenosa ci si apre un varco sulla superficie della corona del dente da curare. Dopodiché il dente viene ripulito bene, curato con un farmaco antinfiammatorio e provvisoriamente richiuso. Trascorso il tempo necessario, il paziente ritorna dal dentista che provvederà a riaprire il dente ed a estrarre la medicazione. Se l'infezione e infiammazione sono cessate, il dente viene ripulito ed otturato definitivamente.

La cura del canale radicolare richiede più appuntamenti (nella maggior parte dei casi almeno tre). Se, come spesso accade, sarà necessaria qualche visita in più, ciò dipenderà dalla specificità del caso concreto.

Il dente curato, privo di polpa dentale, può anche durare per tutta la vita, perché la polpa non è decisiva riguardo alla durata della vita di un dente. Essa dipenderà esclusivamente dalla qualità dell'igiene orale del paziente e dalla sua costanza nell'andare dal dentista per le visite di routine.

La funzionalità del dente non viene in nessun modo compromessa dalla estrazione della polpa malata. Il dente conserverà la stessa funzionalità che aveva prima del deperimento della polpa.

Non esiste prodotto dentale artificiale che possa superare la qualità del dente naturale. Ecco perché occorre fare il tutto per salvare ogni dente naturale salvabile.

Pagina precedente Endodonzia.

Preventivo personalizzato in 24 ore